Storia Dentro la Memoria

GENEALOGIE E STORIE DI FAMIGLIE

ELENCO ALFABETICO DELLE GENEALOGIE E STORIE DI FAMIGLIE EFFETTUATE DAL 1987

PER RICHIEDERLE O ORDINARE NUOVE INDAGINI D’ARCHIVIO ENTRARE NELLA PAGINA CONTATTI

(Trattandosi di accurate ricerche d’archivio non sono gratuite)

ALBANESE

ALBERTINI

AGOSTINI

ALESSIO

ANDRETTA

ANTONELLI

ANTONELLO

BACCHIN

BAGGIO

BEGHETTO

BERGAMIN

BERTI

BOLZON

BOLZONARO

BRAGAGNOLO

BRUNATI

BRUNATO

CAMPOSAMPIERO

CAMPRETTO (DA)

CARLON

CARRARO

CAODURO

CASONATO

CASTELLAN

CATTAPAN

CECCHELE

CONTE

CORNO

DAMINATO

DE POLI

DE SANTI

FASAN

FASOLO

FAVARO

FAVERO

FERRO

FIOR

FORESTA

GASPARIN

GIACOMAZZO

GIACON

GIRARDIN

GOBBI

LORENZATO

LORENZIN

MANGANELLO

MARANGON

MARANGONI

MENEGHETTI

MEZZALIRA

MIATELLO

MIOTTI

MIOTTO

NOVELLI

NOVELLO

OLIVETTI

OLIVETTO

PASINATO

PAVAN

PELLIZZARI

PETRIN

PETTENUZZO

PILOTTO

PREVEDELLO

ROMANELLO

SALVADOR

SALVALAGGIO

SANTI

SCANDOLARA

SEGURO

SGAMBARO

SICURO

SIMIONI

STOCCO

STOPPA

STRAMANA’

TODESCHINI

TONIATO

TONIETTO

TONIN

TONINI

TOSO

VALESIN

VILLATORA

ZAMBUSI

ZAMBUSO

ZANCHIN

ZANGOBBO

ZANON

ZONTA

ZORZATO

ZORZI

135 thoughts on “GENEALOGIE E STORIE DI FAMIGLIE

  1. Ha mai effettuato ricerche sulla famiglia Brunato di S. Martino di Lupari? Mi pare che nel volume blu su S. Martino faccia riferimenti sulla storia di questa famiglia.

    • Mi sono occupato diverse volte dei Brunato o Brunati di S. Martino di Lupari e in particolare del ramo che aveva beni in prossimità della vecchia chiesa storica del paese. La villa veneta attualmente abitata dalle suore Dorotee era palazzo Brunato.

  2. Cerco informazioni sul cognome Toso detti Comacchio dell’area S. Martino di Lupari-Villa del Conte. Può dirmi qualcosa in proposito?

  3. cerco informazioni sul cognome zummo siciliano;,,,,Gaetano Giulio Zummo antico Zummo.

  4. Cerco informazioni sul cognome Zulian. Mi pare che nella zona si S. Martino di Lupari siano piuttosto diffusi, ma non so se presenti anche da molto tempo.

    • Il cognome Zulian (Giuliano) in effetti è presente da antica data a S. martino di Lupari dove è documentato almeno dal ‘600. parimenti lo si ritrova in vari comuni del Padovano e Trevigiano ma non saprei dire se i vari cognomi sono legati da un’unica ascendenza.

    • Buongiorno Paolo

      Sto anche cercando alcune informazioni dalla mia famiglia. Io sono un pronipote di Valentino Zulian, nato 13/09/1841 in San Martino di Lupari i il mio bisnonno Giuseppe Zulian sposato Marcelina Capellari che loro emigrarono in Brasile nel 1887.

      Avete ulteriori informazioni dalla famiglia?

      Cordial Saluti

      Jonatan Zuliani

  5. Leggo nell’elenco dei cognomi da lei studiati anche De Santi. La cosa mi interessa parecchio considerato che ho lontane origini a S. Martino di Lupari. E’ possibile avere qualche dato in merito?
    Saluti

  6. Buongiorno, vorrei sapere se nelle vostre ricerche avete incontrato il cognome BUGGERO .
    Grazie e saluti

  7. Salve. Chiedo se ha mai trovato il cognome Carraro nella zona di S. Martino di Lupari e, se si, se i Carraro avevano un soprannome di famiglia.

  8. Cosa significa il cognome Pavan? Di dov’è originario? Grazie per le informazioni che vorrà darmi.

    • Pavan significa Padovano o da Padova. Come Visentin (vicentino), Trevisan (trevigiano), Trentin (trentino), Furlan (friulano), etc. è un cognome già presente nel medioevo col quale erano identificate le persone originarie da precisi contesti geografici. La sua origine storica sembra contestualizzata a confine fra Padovano e Trevigiano nel territorio fra di S. Martino di Lupari, dove sono già documentati dal ‘500 e Castelranco Veneto, in particolare di S. Andrea O/M, dove nel XVI secolo i Pavan possedevano discrete quantità di beni immobili.

  9. Egregio Prof Miotto volevo chiederle se ha notizie sugli Scandolara.

  10. Dist. Prof. Miotto seguo sempre le sue presentazioni di suoi libri qui in S.Martino,ed anche ho molti dei volumi. Per sentito e spero sia vero che abbia fatto una ricerca approfondita sul cognome Antonello del nontro paese. I miei cugini Antonello in Australia aspettano una risposta. Grazie tante. Renzo Antonello.

    • E’ vero che ho effettuato una ricerca approfondita sugli Antonello di S. Martino di Lupari dalla seconda metà del ‘400. I dati li ho raccolti in tre volumetti completi di tutti i rami genealogici, sarebbe interessante conoscere la menda “soprannome” specifico del suo ramo Antonello perché in circa 6 secoli gli Antonello si sono divisi in oltre un centinaio di rami etichettati con mende diverse. Va da sè che la ricerca, avendo richiesto un paio d’anni di lavoro archivistico ha un suo costo.

      • Prof. Miotto la menda del mio ramo Antonello è Chechele, la maggior parte di questi abitano in via Serato. Distinti saluti Renzo Antonello.

      • I Chechele (Chechée) derivano Andrea Antonello (n. 29/08/1838), detto Checchele, perché figlio di Francesco – il cui diminutivo veneto è appunto Chechée, ossia piccolo Francesco. A loro volta i Chechele derivano dal ramo detto Cridotto (Francesco era Cridotto) e questo proviene dai Crida nel 1689 con un Zuanne Antonello. I Crida rappresentano uno dei tre rami originari e antichi degli Antonello luparensi la cui genealogia diretta fino ai Chechele risale al 1515. Se siete interessati al ramo genealogico e alla storia degli Antonello fin dal ‘400 fatemelo sapere.

    • Dimenticavo, gli Antonello luparensi fin dal ‘700 avevano anche un proprio stemma di famiglia usato dal ramo che nel XVIII secolo si spostò a Treviso.

  11. Gentile Prof. Miotto, mi chiamo Thomas Toderini dei Gagliardis dalla Volta e appartengo ad un ramo collaterale dalla famiglia dei Gagliardi che vissero tra Cittadella, Lobia e Curtarolo. Vorrei chiederLe se per caso avesse del materiale consultabile sui detti Gagliardi, per poter portare avanti una serie di studi sulla storia della mia famiglia. Grato per quanto potrà dirmi, la ringrazio con anticipata riconoscenza.

    • Gentile Sig. Toderini, ho dedicato molte pagine alla famiglia Gagliardi del Cittadellese e ho ricostruito anche i rami genealogici dei rami di S. Giorgio in Bosco dal ‘400 al ‘700, confluiti poi nei rami Pulitta e Garagnini di Padova. I Gagliardi ebbero un ruolo fondamentale e in competizione con i Grifalconi nel predominio delle zone riconducibili al Brenta a nord di Padova. Per i testi completi bisogna fare riferimento al mio volume intitolato: San giorgio in Bosco, una costellazione di villaggi fra identità particolari e storia comunale collettiva (dalla seconda metà del Seicento al 1866), Villa del Conte 2004.

      • Gentile Professore, ho cercato di recuperare il volume da lei indicatomi, ma senza successo. Saprebbe cortesemente dirmi come poterne reperire una copia? Ringrazio cordialmente. T. Toderini

  12. Ringrazio sentitamente. Mi procurerò immediatamente il suo libro. Grazie di nuovo!

  13. Egregio Prof. Miotto, da qualche tempo mi occupo del cognome De Santi e anche di quello Santi. Sa dirmi di sono originari e se hanno relazione fra loro. Grazie

    • Gentile Sig. Pettenaro spero che queste informazioni Le siano sufficienti: Santi: all’origine di questa forma onomastica c’é la traduzione in cognome dei nomi di tradizione cristiana che sono preceduti da Santo, che significa sacro, venerato. I Santi dell’Alta Padovana derivano quasi tutti dall’antico ceppo familiare luparense che dovrebbe avere come capostipite quello Strasius, figlio di Battista de Sancto, documentato nel 1443 che aveva alcuni possedimenti a Lovari, nelle contrade della Guizza e “de l’ armohe”. La prolificità di chi riconosceva come proprio progenitore un Santo fu tale che, intorno alla metà del Cinquecento, si era già reso indispensabile distinguerli con forme onomastiche diverse che, tuttavia, mantenevano la propria radice etimologica originaria. S’incontrano in tal modo i Sancto, i Santo che sono i più numerosi, i De Sanctis o De Santis, poi divenuti i De Santi, per un certo periodo ci furono i Marcosanti e, infine, i Santi. I Santi sangiorgesi sono documentati per la prima volta a Sant’Anna Morosina nel primo ‘600.

  14. Buongiorno. Cerco informazioni sul cognome Canato.
    Grazie e saluti

    • Il cognome Canato, piuttosto raro, sembra originato dal prefisso Can più il suffisso –ato, ovvero nato da Cane. Cane era un nome personale medioevale e rinascimentale piuttosto frequente nel Veneto orientale, anche senza dover ricorrere a nomi famosi come il veronese Cangrande della Scala. In alcuni casi potrebbe essere derivato dalla presenza di insegne, stemmi o armi che riproducevano l’effige di un cane, animale alquanto presente in molto stemmi. Mi pare assai improbabile che Canato possa avere qualche collegamento con l’omonimo termine orientale che fa riferimento alle province turche presenti fra il XVI e il XIX secolo nell’Europa orientale.

  15. Come faccio ad entrare nella genealogia per cercare l’etimologia del cognome? Grazie!

  16. Ha informazioni sul cognome Zorzi dell’area di Villa del Conte? E’ da tanto tempo che provo a rintracciare notizie, ma in internet si trovano poche cose e forse non attendibili. Grazie.

  17. Grazie per le informazioni sul cognome Pettenuzzo.
    Sono sceso dalla famiglia Pettenuzzo qui in Brasile e questo cognome è stato cambiato in Pettenucci, Petenucci, Pettenuci e Petenuci che in quest’ultimo caso è come il mio, per esempio.

  18. Egregio Prof. Miotto, ho letto con estremo interesse il suo volume su Villa del Conte soffermandovi più volte sulla parte onomastica. Ho visto la nota 602 di pag. 175 : ” Stato anime 1725…Toniolo Francesco detto Mondo fu Eugenio e Angela da Santa Giustina abitante ai casoni nuovi contrada verso i Broli…”; le ricerche condotte personalmente si fermano ad un Francesco fu Giovanni fu Francesco e fu Angela Roco (?), nato nel 1777 e morto nel 1833 detto Coccato o Caccato. Il figlio Domenico e il nipote Francesco prendono poi la menda “Capo” ed abiteranno in via Prà Grandi. Ritiene che vi sia una relazione nonostante il cambio del soprannome Mondo – Coccato-Capo? Per la parrocchia di VdC vi sono stati delle anime più vecchi o è necessario utilizzare altre fonti quali gli atti notarili?
    La ringrazio in anticipo.

    • Gentile Sig. Toniolo, La ringrazio per l’interesse circa il volume, ormai storico su Villa del Conte. Sui Toniolo, dei quali mi sono occupato anche nel secondo volume di S. Giorgio In Bosco. Bisogna subito precisare che esistono molti rami anche perché sono documentati fin dal ‘400 nell’area compresa fra S. Martino di Lupari, Villa del Conte e S. Giorgio in Bosco. Non credo esista relazione parentale diretta fra i nominativi che riportato nel 1994 e quelli da Lei individuati, tra l’altro non ho capito che fonte archivistica ha consultato, in ogni caso l’anagrafe comitense del 1725 è la più antica. Il lavoro andrebbe effettuato prima di tutto nell’archivio parrocchiale e per i dati non disponibili, fine ‘600, occorre fare riferimento ai pochi registri rimasti presso l’archivio della Curia di Padova. Quindi si prosegue con l’archivio di Stato di Bassano, fonte notarile di Cittadella. Si tratta di un lavoro certosino e di non facile realizzazione perché molti archivi sono di difficile accesso e non sempre la documentazione è di facile comprensione. Se Le interessa, ma ha un costo, da anni eseguo questi tipi di ricerche.

      • La ringrazio per la pronta risposta. Le fonti consultate sino ad ora sono i registri di stato civile fino al 1871e l’archivio parrocchiale di VdC dove in mancanza del parroco, un suo collaboratore mi ha mostrato credo solo una piccola parte di quanto disponibile. Ho fotografato qualche atto di battesimo e alcune sezioni di due stati delle anime. Quello più antico, a questo punto 1725, non l’ho visto. Avrei ancora una domanda: sul sito dell’archivio storico di Padova sono disponibili alcune mappe del catasto austo-ungarico e registri dei possessori, e non vi ho trovato alcuna proprietà dei miei antenati, potrebbe essere che i semplici cason non venissero censiti? In questo senso come da sua osservazione sul volume relativo a VdC e per quanto da me visionato sulle mappe, nella Via Prà Grandi nel periodo metà ottocento esistevano solo due possedimenti di nobili d’Austria e Tassini. Sui sommarioni napoleonici erano invece presenti ma in mancanza delle mappe relative, non ho potuto collocarli geograficamente. Grazie e non mancherò di contattarla tramite mail per valutare un suo possibile aiuto. Saluti.

      • Gli stati d’anime presenti a VDC sono racchiusi in schedari a quel che ricordo e non dovrebbero trovarsi tutti nell’armadio prospiciente l’ingresso nell’archivio. Ad ogni modo è stato fortunato se le hanno fatto vedere e fotografare qualcosa perché, come si dice nell’ambiente, non è un archivio facile da vedere. Le confermo che i possessori di casoni non sono censiti, come pure questi tipi di abitazione né nei sommarioni, né nei catasti stessi, perché non pagavano tasse. Il catasto era finalizzato unicamente alle tasse prediali per questo non troverà mai i casoni disegnati o rappresentati nelle mappe catastali. Di solito, però, anche i casoni erano di proprietà di chi possedeva i terreni limitrofi, nel nostro caso Tassini e altri nobili.

  19. Zummo Casata Antica del 1714-abbiamo le Cave le Baronie delle donne;;;presenti anche a Palermo,,,Nobili siciliani.

  20. Voglio ringraziare Paolo Miotto dalla belissima ricerca, ho scoperto informazioni importanti dalla mia famiglia in questo sito. Se qualcuno vuole scambiare informazioni sulla famiglia Scalco, della regione di Cittadella, si prega di contattare me. Sarei felice di ricevere le informazioni e passare le informazioni che ho già. Io vivo a San Paolo, Brasile e il mio nome è Edson Zavaloni Scalco. email: edscalco@uol.com.br

  21. Buongiorno. Cerco informazioni sul cognome Campagnaro.
    Grazie e saluti

  22. Bongiorno, vorrei sapere se nelle sue ricerche ha incontrato la menda “Chiodo” e se sì a che cognome è abbinata. Grazie

  23. Ciao,
    Come faccio ad avere informazioni sulla famiglia Brunati.
    Mio nonno è nato a Torino il 09/03/1914 e il mio bisnonno era anche nato a Torino il 24/11/1883.

    Apprezzo qualsiasi informazione.
    La mia email è tiagobprado@gmail.com

    Cordiali saluti
    Tiago

  24. Egregio prof. Miotto complimenti per tutte le informazioni storiche pubblicate nel suo sito.
    Mia moglie sta facendo delle ricerche sui suoi antenati Cazzaro detti Miazzo di Trebaseleghe.
    Sarebbe curiosa di sapere l’etimologia del suo cognome: “da cazza = mestolo” quindi fabbricanti di mestoli oppure dal greco Katsàros?

    La ringrazio

    • Grazie dei complimenti. Personalmente ritengo che il cognome Cazzaro derivi dalla voce dialettale cazzadore, cioé cacciatore. derivazioni etimologiche dotte come quella dal greco non hanno alcun significato in questo caso. Nel volume che ho scritto su Abbazia Pisani, a proposito del cognome Cazzaro, ho pubblicato: Cazzaro: questa forma cognominale fa presto capolino fra le famiglie di Abbazia Pisani, senza peraltro mantenere una certa continuità di presenza temporale. Il primo riferimento documentario che incontro risale al 1369, con un tale Bartolomeo di Guglielmo da Villa del Conte.
      Poi scende il buio totale per due secoli e mezzo! Nel 1611 il cognome ritorna per breve tempo, poi scompare ancora per fare brevemente ritorno, da Trebaseleghe, nel 1648. Segue una nuova prolungata assenza fino al 1712, quando compare in paese per quasi due secoli la forma cognominale Cazzarotto, che nulla ha a che vedere con i Cazzaro e, solamente nel 1852, ritornano definitivamente, da Silvelle, i Cazzaro che esistono ancor oggi. All’origine del cognome c’è il termine “Cazzadore” che significa cacciatore, nell’idioma particolarmente diffuso nell’area montana cadorina.
      Saluti

      • Gentilissimo prof.Miotto, la ringrazio per la sua pronta ed esauriente risposta. Distinti saluti

  25. Egregio prof Miotto ho sentito dire che sta scrivendo il libro di Lovari e che ci sono molti cognomi indagati con cura. Ha fatto ricerche anche sui Villatora? Sono una famiglia antica?
    Grazie E. Villatora

    • Ha sentito giusto. Il libro su Lovari, che volge ormai al termine, rappresenta una svolta nella ricerca storica a S. Martino di Lupari perché traccia un percorso analitico relativo a località e cognomi mai tentato prima in zona. Ma tornando alla sua domanda, è vero che i Villatora rappresentano una delle famiglie più in vista di Lovari dove giungono negli anni ’30 del XVII secolo provenendo da Borghetto. Il cognome deriva dal toponimo padovano Villatora di Saonara che significa villaggio con allevamenti bovini (villa taura).
      Spero di essere stato esauriente. Il resto lo troverà nel volume di Lovari.

  26. Buon pomeriggio amici!
    vorrei sapere di più circa l’origine del cognome Casonato
    qualcuno ha queste informazioni?
    Io sono brasiliano, alla ricerca della storia della mia famiglia
    grazie mille

    • Gentile Sig. Filipe, sto concludendo la storia di Lovari (comune di S. Martino di Lupari, provincia di Padova, Veneto) che contine una lunga ricerca storico genealogica sulle famiglie presenti nella località dal medioevo all’anno 1900. I Casonato appartengono al gruppo che ho studiato e compaiono a S. Martino di Lupari nel 1599 con la famiglia di Agnolo e Uliana. I Casonato divennnero in breve una delle famiglie benestanti del paese anche se si occuparono sempre di agricoltura.
      Saluti

      • Grazie mille per l’informazione.
        Quello che ho scoperto è che il mio antenato Casonato, DOMENICO fuori del Comune di Ormelle nel 1888 per emigrare in Brasile. Ho fatto per la sua generazione, e vorrei saperne di più.
        Ho trovato sorprendente le informazioni che hai speso se si può ulteriori informazioni, sarei molto felice di sapere

        grazie mille. e un giorno spero di vedere la città di origine della famiglia Casonato

  27. Gent.mo Prof. Miotto, Le scrivo per una storia che mi accompagna da quando ero bambina, quella di mio nonno materno: Olivetto Ottavio Angelo. Mio nonno viveva con la famiglia a Tezze sul brenta e faceva il contadino, in seguito, si dedicò al commercio di cavalli viaggiando in Germania, Russia e forse anche in Austria. Gli affari andarono molto bene, fino alle conseguenze della seconda guerra mondiale, che costrinsero molte famiglie italiane alla fame. Mia madre mi descrive le condizioni di una famiglia molto agiata, prima della guerra; con personale alle dipendenze nei campi, nelle stalle e in casa. Ma la mia attenzione va a mio nonno, che pare sia stato anche un’abile fantino, arrivando a partecipando a gare a cavallo a Bassano del grappa, vincendone. Vorrei farmi consigliare da Lei, per iniziare delle ricerche in merito e saperne di più. Infine grazie per la Sua attenzione. Pia

  28. Alcuni netizen qui o Paolo Miotto, potrebbe dirmi dove in Internet posso trovare le fotografie o disegni dell’antico Portico di Sant’Anna Morosina? Sembra che era accanto alla parrocchia?

  29. Caro Paolo, sono padre Angelo Milan, dal Messico. Qual’é l’origine del mio cognome? Grazie.

    • Caro Padre Angelo, ben ritrovato dopo tanto tempo. Il cognome, come si può facilmente intuire, deriva dal toponimo Milano, con riferimento a persone originarie o legate a vario titolo a questa città. Nel’area compresa fra il Trevigiano e L’Alta Padovana però il riferimento è di tipo patronimico, cioé derivato da nomi personali basso medioevali. A S. Martino di Lupari nel ‘300 esistevano più nomi riferiti al tipo Millanus o Milanus. Non si tratta ancora di un cognome ma è probabile che la successiva forma cognominale derivi proprio da queste tipologie onomastiche. Il ceppo di partenza e irradiazione maggiore è Castello di Godego, nel trevigiano, dove il cognome è documentato almeno dal ‘500. I fratelli Zanetto e Francesco Milano da Godego, infatti,sono documentati con le cariche di massari del comune di Godego e appartengono al numero dei proprietari terrieri del paese. Ma erano originari di Milano o erano discendenti di un Milanus? Solo la ricerca genealogica potrà dare una risposta. Di certo i Milan e Milan di S. Martino di Lupari derivano dal ceppo di Godego come testimoniano numerosi atti canonici della pieve luparense. Le prime due coppie godigesi giungono a S. Martino da Godego nel 1644 sono Michele Milano e Angela e nel 1645 Antonio e Caterina. Spero di esserti stato d’aiuto. Buona giornata.

  30. Buonasera,

    Mi chiamo Zanatta Maura,sto cercando notizie su Salvalaggio Antonio nato si presume a Loreggia (pd) figlio di Amedeo e Pegorin Luigia

    Grazie mille

  31. Buongiorno,
    Mi chiamo Zanatta Maura
    Sto cercando notizie su Salvalaggio Amedeo nato a Treville di Castelfranco Veneto il 02/11/1820 figlio di Andrea e Squizzato Antonia

    Grazie mille

    • Purtroppo in questo periodo non sto lavorando nella zona di Treville e quindi per il momento non posso esserle d’aiuto.
      Saluti

      • Buongiorno!Avrebbe notizie da darmi di Salvalaggio a Loreggia?Sto cercando notizie di Angelo e di Marcon Caterina si sono sposati tra il 1775/1790.Angelo era figlio di Vincenzo(che morì a Treville di Castelfranco Veneto) e Pasquini Pasqua.Ho cercato personalmente in parrocchia a Treville dove ho trovato molte notizie riguardanti la fam.Salvalaggio e da quello che so ce n’erano anche a Loreggia!La ringrazio

      • Sì tratta di un cognome molto diffuso. Si trova anche a Villa del Conte, San Giorgio in Bosco, San Martino di Lupari etc. Vedo se trovo qualcosa.

      • Il cognome è diffuso in vari paesi come Villa del Conte, Abbazia Pisani, S. Giorgio in Bosco… Vedo se riescoa trovare qualcosa.

  32. Complimenti per il lavoro archivistico che sta portando avanti.

  33. buona sera sono M,Pavan volevo chiedervi aiuto nella ricerca degli eredi di Pavan Angelo partito per San Paolo del Brasile nel1930 circa la ringrazio fin d’ora

  34. cerco eredi famiglia Pavan Angelo fu Antonio trasferiti in San Paolo del Brasile

  35. Bongiorno, Vorrei chiederLe auito per continuare la mia ricerca genealogica.

    I mei antenati sono di San Martino Di Lupari e Tombolo, almeno dal principio di 1800. Questa richerca e’ stato possibile con il sito FamilySearch.org dove ci sono i registri dello stato civile di Padova (1871 – 1910). Adesso ho bisogno di informazione dagli registri parrocchiali (San Martino e Tombolo) e vorrei informazione come progredire e il fatto che vivo in Australia.

    I cognomi di mie antenati sono: Di Tombolo – Frigo, Gregori, Di San Martino – Pilotto, Caon, Fillipin, Santi, Casonato,Fiorin, Pasinato, Bullian, Miatello, Marangoni, Ferro. Meneghetti, Frasson, Pavan, Zerlin

    Grazie per qualunque informazione.

    Teresa Ferro

  36. Buongiorno , vorrei sapere se nelle Sue ricerche ha incontrato la località San Giovanni in Basso che dovrebbe trovarsi in zona SGiorgioin Bosco/Carturo/lobia.Grazie

    • Gentile Sig. Zanarello, ho compulsato centinaia di documenti relativi al territorio di S. Giorgio in Bosco e non ho mai trovato alcuna indicazione inerente S. Giovanni in Basso. Sarei curioso di sapere dove ha trovato questa indicazione topografica relativa al Sangiorgese.
      Saluti

  37. vada a questo link e veda riguardo a Stefano zanarella. se non riesce ad aprire me lo dica che le mando qualcosa via mail

    https://books.google.it/books?id=r8CLwwV7wf8C&pg=PA155&dq=stefano+zanarella&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwiT8-CJ-5PQAhXqK8AKHXIHDK8Q6AEIGzAA#v=onepage&q=stefano%20zanarella&f=false

  38. penso anche io si possa leggere SGiorgio in bosco , anche se si tratta di un atto ufficiale del governo dell epoca e quindi non è facile scambiare Giorgio con Giovanni e Bosco con Basso . In ogni caso negli archivi di Sgiorgio dovrebbe esserci traccia di un simile fatto, non tanto comune . mentre nell archivio parrocchiale di Lobia dove in quegli anni viveva parte della famiglia Zanarella non ho trovato nulla in proposito. Vedremo

    • Il dubbio sul paese rimane anche perché a suo tempo nell’archivio comunale di SGB avevo individuato solo tre briganti sangiorgesi a rischio pena capitale che erano stati amnistiati in occasione del matrimonio di Napoleone, per loro il sindaco Rossato chiede un atto di clemenza per Felice Cerchiaro, Domenico Stocco ed Angelo Fagan, adducendo per tutti e tre motivazioni imputabili a circostanze particolari e sanzionate da sicuro ravvedimento.Infatti la richiesta fu accolta mentre furono condannati a morte Francesco Maggiolo da Borgoricco, Angelo Massarotto, detto Baghello, da S. Giustina in Colle, e tramutata la pena con l’ergastolo ad Antonio Valentini, detto Soga, e Giuseppe Gollini, entrambi da S. Giustina in Colle. Negli atti comunali relativi al brigantaggio non ho incontrato alcun Zanarella, ma questo non significa che l’archivio comunale sia completo, tutt’altro.

  39. si tratterebbe comunque di capire se in quel periodo esisteva una chiesa o una pieve con nome S Giovanni nelle mappe del periodo.
    Le dico che i Zanarella con i primi anni dopo il 1800 si sono divisi e dal paese iniziale di lobia si sono sparsi nei paesi di paviola/arsego/tavo/busiago/villadelconte/camposanmartino/pieve a sx brenta ed a presina/villafranca/ronchi/piazzola/bosco/trenignon/rubano/isola /grantorto a dx brenta-

  40. Bongiorno professore. In uno stato delle anime a VdC relativo alla mia famiglia ho trovato ” nata il 30 marzo 1821 a S.Andrea oltre Muson”. Ha notizia di dove possa essere ‘ Sicuramente , penso, nel circondario. Grazie

    • Sant’Andrea Oltre Muson è una frazione di Castelfranco Veneto che dato molta migrazione fin dal ‘400 nel territorio contermine – S. Martino di Lupari in primis – ma purtroppo l’archivio parrocchiale è di difficle, se non impossibile, frequentazione.

  41. non voglio tediarla ma per lei che fa ricerche puo essere interessante anche questo sito : https://familysearch.org/search
    e naturalmente questo : https://familysearch.org/search/collection/location/1927178?region=Italy

  42. Bongiorno, vorrei sapere , secondo Lei , da dove può arrivare la menda ” turco ” . che nella nostra famiglia appare intorno al 1660 a Busiago.

    • Generalmente i soprannomi si formano per distinguere vari rami familiari che recano lo steso cognome. L’origine può variare e avere origine da soprannomi, epiteti, mestieri, alterazioni di nomi e cognomi, assimilazione di cognomi o soprannomi del partner che si sposa. In questo caso è da supporre un’origine legata a un epiteto dove turco sta per strano, poco comprensibile o di carnagione simil orientale. Solo con la ricerca archivistica però si può tentare una risposta più precisa.
      Saluti

  43. Sto cercando storia sulla famiglia Bernardi, originaria di lì.

  44. Da San Martino di Lupari (PD). Saluti.

  45. Ho saputo da amici che sta effettuando ricerche storiche sulla famiglia Nodari. Può dirmi di dove sono originari?

  46. Ciao Paolo – sonno una donna Canadese cognome – Munaretto. A informationi di famiglia Brunati e Munaretto – Il mio Papa e Marcello Munaretto, di Narciso Munaretto di Modesto? Munaretto.

  47. Mi scusi. Sempre di San Martino di Lupari, Godeson ed Galliera.

  48. Bongiorno professore, in un atto redatto in latino nel 1571 dal notaio Camillus Spera di Cittadella, relativamente ad una divisione di beni in Smaria di Non, viene citato come testimone certo ser Nicolao Zanarella di Giacomo da CampoSanmartin. Essendo questo nome Nicolao (letteralmente) un pò strano , c he lei sappia, si deve tradurre solo Nicola o era usato per altro nome ? Grazie

  49. Ciao, sono Levi Ceccato, San Paolo, Brasile. Sto scrivendo un libro sulla famiglia Ceccato, che ha lasciato San Giorgio in Bosco nel 1887, più specifica Luigi Ceccato la moglie Rosa e il figlio Fassina. Hai qualcosa da loro? Ho trovato uno di loro riporta qui in questa pagina, ma è possibile avere maggiori dettagli? Grazie.

    • Per una approfondita conoscenza dell’ambiente storico del comune di S. Giorgio in Bosco dalla metà del ‘500 e i suoi flussi migratori, non posso fare altro che consigliarle i miei due lavori, frutto di anni di indagini archivistiche, intitolati “S. Giorgio in Bosco. Una costallazione di villaggi frA identità particolari e storia comunale collettiva”, (pp. 720), costo euro 20 e “130 anni di migrazioni a San Giorgio in Bosco. Il paese emigrato: ventimila partenze dal 1876 al 2005”, (pp.303), cposto euro 20, più spese postali. Saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...